Il Portodimare

Associazione sportiva dilettantistica dal 1975

fiv

Il Portodimare - Associazione sportiva dilettantistica dal 1975

Il Portodimare insignito dal CONI della stella di bronzo al merito sportivo

il portodimare medaglia CONI_14Padova, 11 dicembre 2017 – Con una cerimonia che si è tenuta questa mattina presso la sala consigliare della Provincia di Padova il Comitato Olimpico Nazionale Italiano ha conferito a Il Portodimare, l’associazione sportiva padovana presieduta da Stefano Genova, la medaglia di bronzo al merito sportivo.
L’Onorificenza della “Stella di bronzo al Merito Sportivo” è concessa alla bandiera di enti sportivi che con continuata e meritoria azione nel campo della promozione e della attività agonistica abbiano contribuito a diffondere e onorare lo sport nel Paese.
Il riconoscimento va a premiare gli sforzi organizzativi che il sodalizio velico ha svolto nel corso della sua ultra-quarantennale attività e che ha visto, solo nell’ultimo quadriennio il circolo padovano impegnato nell’organizzazione di tre campionati italiani è un campionato europeo, senza contare i successi ottenuti dai soci che hanno trionfato a Campionati Italiani, europei e mondiali.
Presenti alla cerimonia di premiazione, oltre al presidente Stefano Genova, anche il past-president Gianfranco Frizzarin e il consigliere U.V.A.I Emilia Barbieri.

Al termine dell’evento il presidente Stefano Genova ha dichiarato: “Quella che ho ereditato la scorsa primavera, divenendo il nuovo Presidente di questo magnifico circolo è una eredità molto importante, e giorno dopo giorno mi sto rendendo sempre più conto dell’importanza che il nostro sodalizio ha nel panorama velico e sportivo. Questa onorificenza ci riempie senz’altro di orgoglio ed è il frutto di un lungo lavoro. Ringrazio davvero tutti i soci ed i dirigenti del nostro circolo che hanno fatto si che oggi potessimo essere qui a ricevere questo premio”.
il portodimare coni-2
“È un onore ed un piacere aver ritirato questo importante riconoscimento, il cui ricordo va a tutti i dirigenti precedenti, a tutti i soci e a tutti gli armatori che hanno collaborato per arrivare a questa assegnazione” ha commentato Gianfranco Frizzarin, per oltre vent’anni al timone de Il Portodimare.

Tre atleti de Il Portodimare premiati dalla XII Zona Fiv

Tre atleti de Il Portodimare sono stati premiati sabato 2 dicembre dalla Dodicesima Zona Fiv per i risultati ottenuti nel corso del 2017:

  •  Cesare Bressan (PDM)
    1° Campionato Mondiale Altura Trieste – Gruppo C (AIRIS Melges 32)
  • Andrea Cavagnis (PDM)
    1° Campionato Italiano Minialtura
    (Acquafresca – MIND THE GAP
  • Riccardo Ravagnan (PDM) – Weather Strategist
    1° Maxi Yacht Rolex Cup World Championship Porto Cervo (SUPERNIKKA)

A loro i più sinceri complimenti da parte di tutti i soci del circolo.

I nostri ragazzi nella Top 5 delle European Sailing Series Melges 24

Montura_ago201700025Nella ranking European Sailing Series Melges 24 aggiornata dopo il Mondiale di Helsinki, i ragazzi di Arkanoè Aleali by Montura salgono al quinto posto corinthian, su 55 partecipanti provenienti da 17 nazioni. Si tratta di un risultato davvero importante per il più giovane timoniere, Sergio Caramel (classe 1995) e per il più giovane equipaggio con un’età media di 21 anni composto da Filippo Orvieto, Margherita Zanuso, RIccardo e Federico Gomiero.

Per ITA139, il Melges 24 con più anni sulle spalle, dopo aver vinto un’indimenticabile mondiale con Giorgio Zuccoli nel 2000, continua la sua corsa dimostrandosi sempre velocissima ed affidabile, anche tra le onde del Golfo di Finlandia, oltre che tra i venti dell’alto Lago di Garda. Per rivedere il giovane team in acqua dovremo aspettare la Barcolana e la tappa conclusiva del circuito Melges 24 a Luino

Andrea Cavagnis e Roberto Reccanello selezionati Andrea Cavagnis e Roberto Reccanello selezionati tra i 100 velisti in lizza per il titolo di ‘Velista dell’anno 2016′

Andrea Cavagnis e Roberto Reccanello selezionati tra i 100 velisti in lizza per il titolo di ‘Velista dell’anno 2016′ del Giornale della Vela!

Anche quest’anno è arrivato il momento di lanciare il premio più prestigioso della vela italiana, assegnato fin dal 1991. Il Velista dell’Anno se lo aggiudica colui che, sulla base delle vostre preferenze (che potrete esprimere nel sondaggio qui sotto), risulterà essere il velista che più vi ha emozionato. Saranno i vostri voti a decretare chi farà parte della rosa dei candidati alla vittoria finale, tra i quali sarà svelato, in occasione del VELAFestival (dal 4 al 7 maggio a Santa Margherita Ligure: info su www.velafestival.com), durante la Serata dei Campioni (venerdì 5 maggio alle ore 19), il Velista dell’Anno TAG Heuer 2017 e tutti i vincitori degli altri premi (Performance, #don’tcrackunderpressure, Innovation e Young).

Classifiche, articoli e segnalazioni di voi lettori alla mano, in redazione abbiamo fatto un resoconto della stagione passata individuando 100 “nomination” tra regatanti, derivisti, armatori, marinai (i velisti oceanici o chi ha dato sfoggio di abilità nel “navigare lungo”), progettisti e costruttori. In alcuni casi ci siamo sentiti in dovere di candidare anche delle barche con una storia speciale (d’altronde ogni appassionato sa che la barca ha un’anima e che senza la barca il velista può combinare ben poco). Scoprite chi sono i magnifici 100 e poi votate nel sondaggio, che sarà attivo fino alle ore 12 del 15 febbraio. Passeranno il primo turno i 50 candidati più votati. In calce trovate, descritto da un’infografica, il funzionamento del Velista dell’Anno e le fasi di votazione. Per il voto, che potrà essere dato a un solo candidato, vi verrà chiesto di inserire la vostra mail.

Ognuno dei vincitori sarà premiato con un cronografo impermeabile ad alta precisione TAG Heuer Aquaracer Calibre 5 (foto a lato), in grado di resistere fino a 300 metri di profondità.

Clicca qui per votare

A Fiumicino Andrea Cavagnis premiato Armatore dell’Anno 2016

gruppoSplendida atmosfera e clima di festa ieri sera nella nuova sede del Nautilus Yacht Club, a Fiumicino, teatro della premiazione dell’Armatore dell’Anno UVAI-Trofeo Sergio Masserotti 2016, il titolo che premia i migliori armatori della stagione sulla base di una classifica che comprende tutte le principali manifestazioni nazionali di vela d’altura a rating, sia tra le boe che offshore, per un totale di 42 eventi che hanno coinvolto ben 818 barche.
All’evento organizzato dall’Unione Vela d’Altura Italiana (UVAI) con il contributo del Circolo Velico Fiumicino e dello stesso Nautilus Yacht Club – nel corso del quale sono stati premiati anche i vincitori della Coppa Italia UVAI 2016 e che si è chiuso con la presentazione del XXXVI Campionato Invernale di Roma-Trofeo Città di Fiumicino – erano presenti tutti i protagonisti della stagione di vela d’altura appena conclusa, a partire dal siciliano Peppe Fornich, armatore del Grand Soleil 37 Sagola Biotrading (YC Favignana), vincitore con merito della classifica overall (oltre che in Classe 3) e del Trofeo Sergio Masserotti relativo all’Armatore dell’Anno UVAI 2016.
“Sono davvero molto contento di aver vinto questo premio e ringrazio di cuore l’UVAI per il supporto che ha fornito a noi armatori durante tutta la stagione”, ha dichiarato Fornich, visibilmente soddisfatto e subito ripartito con un volo verso Malta per partecipare alla Rolex Middle Sea Race, al via questa mattina. “È stato un anno bello e intenso, per noi di Sagola, e questo premio voglio dividerlo con tutto l’equipaggio che mi ha accompagnato nel corso di questa esaltante stagione di regate”.
Gli altri vincitori di classe, premiati, tra gli altri, da Francesco Siculiana e Francesco Sette, rispettivamente Presidente e Segretario Generale dell’UVAI, dal Consigliere della FIV con delega alla vela d’altura Fabrizio Gagliardi, dal Presidente della IV Zona FIV Alessandro Mei, dal Vice Sindaco di Fiumicino e Assessore alle Attività Produttive Anna Maria Anselmi, dal Comandante della Capitaneria di Porto di Fiumicino Fabrizio Ratto Vaquer e da Yann Masserotti, figlio dell’indimenticato Sergio, ex Consigliere Federale e grande amico della vela d’altura italiana al quale è dedicato il trofeo, sono risultati il romano Andrea Pietrolucci, armatore del Mylius 14E55 Milù III (CV Fiumicino), primo in Classe A e secondo overall dietro Sagola, i fratelli Maurizio e Gianpaolo Pavesi, armatori dell’X-41 Le Coq Hardì del Circolo del Remo e della Vela Italia (Classe 1), lo stesso Francesco Siculiana, armatore del Grand Soleil 40 Alvarosky del Centro Velico Siciliano (Classe 2), Frederic Roncone, armatore dell’Este 31 Loucura Zentrum del Circolo Nautico Caposele (Classe 4-5) e Andrea Cavagnis del Fat 26 Mind The Gap del Circolo Velico Il Portodimare (Classe Minialtura), anche lui venuto da molto lontano per ritirare questo importante premio.

cavagnis
Una volta consegnati i trofei, la piacevoleserata si è conclusa negli spazi del nuovo e già apprezzato bistrot Quarantunododici (situato nella struttura del Nautilus Marina, con il celebre ristorante Il Tino, una moderna SPA e la sede del Nautilus YC), dove i presenti hanno potuto gustare le originali specialità gastronomiche elaborate dallo chef stellato Daniele Usai, un campione mondiale dei fornelli che con il ristorante Il Tino ha ottenuto una meritata fama a livello internazionale. La degna conclusione, in un contesto davvero eccezionale, per un premio che anche quest’anno ha coinvolto oltre 800 armatori e diverse migliaia di velisti impegnati nelle regate di vela d’altura a rating.

Andrea Cavagnis vince il titolo di Armatore dell’anno 2016 nella classe Minialtura

PADOVA, 14 ottobre 2016 – Si svolgerà venerdì prossimo, 21 ottobre, a Fiumicino, alle ore 18 presso la nuova sede del Nautilus Yacht Club in via Monte Cadria 127, la premiazione dell’Armatore dell’Anno UVAI-Trofeo Sergio Masserotti 2016, il riconoscimento che premia i migliori armatori della stagione sulla base di una classifica che comprende tutte le principali manifestazioni nazionali di vela d’altura a rating, sia tra le boe che offshore, per un totale di 42 eventi che hanno coinvolto ben 818 barche.

Una vera e propria “maratona del mare”, che quest’anno ha premiato per la classe minialtura l’armatore padovano del Fat 26 Mind The Gap Andrea Cavagnis, vero e proprio protagonista della stagione appena conclusa, grazie alle vittorie al Campionato Italiano Minialtura di Torri del Benaco ed a Chioggia nel Campionato Europeo Sportboat 2016.

A vincere il titolo assoluto è stato il Grand Soleil 37 Sagola Biotrading del siciliano Peppe Fornich, tesserato per lo Yacht Club Favignana, vincitore assoluto della classifica overall (e in Classe 3) dell’Armatore dell’Anno UVAI-Trofeo Sergio Masserotti 2016, grazie agli ottimi risultati conseguiti durante la stagione (tra cui il titolo Italiano di classe conquistato nelle acque di casa), nello specifico al Campionato Nazionale Basso Tirreno e Ionio a Cefalù, al Campionato Nazionale del Tirreno a Napoli, al Campionato Italiano Assoluto di Palermo, alla recente Coppa Italia di Fiumicino, alla Regata dei Tre Golfi di Napoli e alla Palermo-Montecarlo (per la classifica dell’Armatore dell’Anno valgono i sei migliori risultati della stagione).

I vincitori delle singole classi sono invece il romano Andrea Pietrolucci, armatore del Mylius 14E55 Milù III (CV Fiumicino), primo in Classe A e secondo overall dietro Sagola, Maurizio Pavesi, armatore dell’X-41 Le Coq Hardì del Circolo del Remo e della Vela Italia (Classe 1), il Presidente dell’UVAI Francesco Siculiana, armatore del Grand Soleil 40 Alvarosky del Centro Velico Siciliano (Classe 2), Frederic Roncone, armatore dell’Este 31 Loucura Zentrum del Circolo Nautico Caposele (Classe 4-5).

Il Trofeo Armatore dell’anno è organizzato dall’Unione Vela d’Altura Italiana (UVAI), l’associazione di classe riconosciuta dalla Federazione Italiana Vela che riunisce i quasi 2000 armatori impegnati nel circuito agonistico delle regate a rating.

Ad Andrea Cavagnis e Sergio Caramel il premio “Sportivi Padovani Eccellenti”

Ad Andrea Cavagnis e Sergio Caramel il premio  Sportivi Padovani EccellentiPADOVA, 15 luglio 2016 – Andrea Cavagnis e Sergio Caramel, gli atleti del Circolo Velico Il Portodimare di Padova, neo campioni Europei della classe Sportboat – che lo ricordiamo raduna tutte le imbarcazioni tra i 6 ed i 9 metri di lunghezza, con un dislocamento inferiore ai 2000kg – verranno premiati domenica 17 luglio presso lo stadio Euganeo di Padova nel corso del meeting internazionale “Città di Padova” con il premio “Sportivi Padovani Eccellenti 2016″ per gli importanti traguardi sportivi raggiunti nel corso dell’anno.

L’importante riconoscimento è organizzato grazie alla collaborazione tra l’Assessorato allo sport del Comune e Assindustria Sport e va così ad arricchire il programma del XXX Meeting internazionale Città di Padova con una speciale passerella.

Continue reading