Il Portodimare

Associazione sportiva dilettantistica dal 1975

Il Portodimare - Associazione sportiva dilettantistica dal 1975

Ad ‘Engy’ e ‘Fiordiluna’ la Coppa Primavera

Si è svolta nel weekend a Chioggia la Coppa Primavera, manifestazione organizzata da Il Portodimare con la collaborazione dello Yacht Club Padova. Condizioni meteo perfette in entrambe le giornate hanno permesso al comitato di regata di portare a casa cinque prove, che hanno consentito a ciascun equipaggio la possibilità di scartare il peggior risultato ottenuto in una singola prova.

La classifica generale “dalla classe B alla classe C” ha visto il totale dominio di Fiordiluna di Domenico Dupuis. L’Italia Yachts 10.98 della Lega Navale Italiana di Chioggia si è aggiudicato la vittoria in compensato di tutte le prove disputate. Seconda posizione per il Grand Soleil 37 Arka di Ruol Piero davanti a Pax Tibi di Marco Moro con undici punti.

Dopo cinque prove situazioni di perfetta parità invece tra i Meteor, dove i campioni italiani in carica a bordo di Engy di Stefano Pistore si sono ritorvati appaiati a pari punti con Bloody Mary della giovanissima Margherita Mesini. In classifica generale solo il miglior risultato oteenuto nell’ultima prova ha assegnato la vittoria all’imbarcazione del Circolo Nautico Chioggia. Completa il podio Anemos di Gosmin Gabriele, terzo a quattro lunghezze di distanza dai primi due classificati.

Clicca qui per visualizzare le classifiche dalla classe B alla classe C, mentre a questo link sono disponibili le classifiche della classe Meteor.

COMUNICATO DELL’ORGANIZZAZIONE

Un errore in fase di inserimento di compenso aveva attributo a Fiordiluna un valore “All Purpose ToD” di 596,6 al posto di quello esatto di 483.90. Il calcolo delle classifiche con il compenso corretto vede assegnare la vittoria ad Arka di Ruol Piero (5pt.), davanti a Pax Tibi di Marco Moro (7pt.) con Fieramosca in terza posizione (9pt.). Fiordiluna occupa il quarto posto con 14 punti.

47° Campionato Invernale Trofeo Roberto Doria: Vincono Safran e Meteorite tra i Meteor

Si è conclusa oggi a Chioggia la 47ª edizione del Campionato Invernale – Trofeo Roberto Doria. Edizione atipica quella di quest’anno della grande classica dell’altura nell’Alto Adriatico, con l’evento inizialmente rinviato da novembre a marzo a causa possibili alzate del sistema Mo.S.E che avrebbe così impedito l’accesso della flotta al campo di regata, ma con le condizioni meteo che hanno comunque fortemente caratterizzato anche negli ultimi weekend di regate.

Dopo le prime due prove disputate nel weekend iniziale, si è conclusa con un nulla di fatto l’ultima giornata in programma a causa della nebbia che non ha permesso l’uscita in mare degli equipaggi in sicurezza. Classifica quindi di fatto già chiusa il sabato, quando il comitato di regata è riuscito a portare a termine una sola prova in un campo di gara con aria leggera e proveniente da direzione variabile ma in grado comunque di far entrare in gioco lo scarto del peggior risultato in classifica generale.

Grande protagonista di questa edizione è senza dubbio l’Ufo 22 ‘Safran’ di Alberto Gandolfo (C.N. Chioggia) con Francesca Macha e Matteo Toldo in grado di ottenere quattro primi posti sulle quattro prove disputate ed aggiudicandosi così la vittoria sia in classe ‘Open B e C’ con rating FIV, sia in ‘Classe B e C’ con compenso ORC. “Siamo molto soddisfatti perché abbiamo trovato una buon feeling a bordo, che ci ha permesso di avere un buon passo e riuscire a pagarci il compenso contro barche più grandi della nostra. Vincere questa manifestazione, che nel corso della sua lunga storia ha visto partecipare e scrivere nell’albo d’oro il nome di grandi campioni del nostro sport, è certamente un motivo di grande orgoglio.” ha commentato Gandolfo, con un ottimo passato a bordo delle derive tra Optimist e Snipe.

La classifica generale della classe ‘Open B e C’ vede, dietro a ‘Safran’ (1-1-1-1), al secondo posto ‘Hadar’ (2-2-2-2) di Zagolin Roberto (YC Albarella) ed ‘Hacker X’ (DNC – 3-3-3) di Bevilacqua Michele (Il Portodimare).

Nonostante le difficoltà che abbiamo avuto in questa edizione legate al meteo” afferma il presidente del comitato di regata Gianfranco Frizzarin  “siamo comunque riusciti a realizzare quattro prove. Ma la cosa più interessante è utilizzando il rating FIV come compenso ufficiale, abbiamo fatto una simulazione realizzando una classifica con il compenso ORC”. La classifica stilata con compenso ORC vedrebbe al primo posto sempre Safran (1-1-1-1), davanti a Hacker X (6-3-2-2) e ‘Hadar’ (2-2-3-3).

Nella Classe Meteor, tornata a gareggiare in questa competizione dopo anni di assenza, la vittoria è andata a da ‘Meteorite’ (2-1-2-2) di Bizzotto Simone (Il Portodimare) seguito da ‘Marlin’ (1-2-3-4) di Ghedin Federico (Treviso SC) e da ‘Hola’ (3-3–4-1) di Corazza Enrico (Y.C.R.).

A questo link è possibile visualizzare le classifiche complete.

Il Campionato Invernale di vela d’Altura è organizzato da Il Portodimare in collaborazione con YCPadova e Darsena Le Saline, con il supporto dei partner: Ingemar, Cantina San Giuseppe, Bottaro e Vela Veneta.

47° Campionato Invernale – Trofeo Roberto Doria: Dopo le prime tre prove comandano Safran e Meteorite

Ha preso il via sabato a Chioggia la 47ª edizione del Campionato Invernale – Trofeo Roberto Doria, evento che si sarebbe dovuto disputare lo scorso novembre ma era stato rinviato a causa delle avverse condizioni meteo e alle possibili alzate del sistema Mo.S.E che avrebbe così impedito l’accesso della flotta al campo di regata.

Nella giornata inaugurale il campo di regata ha risentito della bassa pressione in transito sulla regione ed è stato caratterizzato da aria prevalentemente leggera proveniente da Nord Est compresa tra i 4 ed i 6 nodi. A vincere l’unica prova disputata è stato nella “Classe C” ed in classe “Open C” l’Ufo 22 ‘Safran’ di Alberto Gandolfo (CN Chioggia) e Francesca Macha con a bordo Matteo Toldo. La vittoria nella classe “Meteor” è andata invece a ‘Marlin’ di Ghedin Federico (Treviso SC).

La domenica, nonostante il comitato di regata abbia provato ad anticipare di un ora lo ‘Start’ della prima prova di giornata, una leggera nebbia ha costretto gli equipaggi a terra e a differire le procedure. Al termine della giornata sono state due le prove realizzate, tra i sei e gli otto nodi con aria da Est, che hanno portato a tre il computo in classifica generale.

Classifica generale che nelle classi “C” ed “Open C” vede saldamente al comando ‘Safran’ di Alberto Gandolfo (1-1-1) davanti ad ‘Hadar’ (2-2-3) di Zagolin Roberto (YC Albarella) ed ‘Hacker X’ (DNC – 3-2) di Bevilacqua Michele (Il Portodimare).

Nella Classe Meteor dopo tre prove la prima posizione è occupata da ‘Meteorite’ (2-1-2) di Bizzotto Simone (Il Portodimare) seguito da ‘Marlin’ (1-2-3) di Ghedin Federico (Treviso SC) e da ‘Antares’ (4-4–1) di Tassinari Paolo (Treviso SC).

Il Campionato Invernale di vela d’Altura è organizzato da Il Portodimare in collaborazione con YCPadova e Darsena Le Saline, con il supporto dei partner: Ingemar, Cantina San Giuseppe, Bottaro e Vela Veneta.

Clicca qui per visualizzare la classifica della prima prova
Clicca qui per visualizzare la classifica della seconda prova
Clicca qui per visualizzare la classifica della terza prova
Clicca qui per visualizzare la classifica generale

47° Campionato Invernale: Pubblicato il nuovo bando, appuntamento a marzo 2024

Il Portodimare ha pubblicato il nuovo bando di regata ed ufficializzato le nuove date del 47° Campionato Invernale d’Altura, in programma a Chioggia dal 2 al 10 marzo 2024.

Il campionato è aperto ad imbarcazioni classe Crociera/Regata che correrà con rating ORC con certificato International o Club, Classe LIBERA, senza nessun certificato che correrà con compenso e Classe METEOR e Minialtura.

Le iscrizioni dovranno pervenire presso la segreteria del PORTODIMARE entro giovedì 29 febbraio 2024. Le imbarcazioni provenienti da altri porti e iscritte alla manifestazione, potranno usufruire dell’ormeggio gratuito presso Darsena Le Saline dal 24 Febbraio 2024 al 10 Marzo 2024 previa verifica disponibilità posto barca con l’ufficio del marina.

Il Campionato Invernale di vela d’Altura è organizzato da Il Portodimare in collaborazione con YCPadova e Darsena Le Saline, con il supporto dei partner: Ingemar, Cantina San Giuseppe, Bottaro e Vela Veneta.

DOCUMENTI UFFICIALI:

Bando di regata

Istruzioni di regata

Saluto al mare – VIII Trofeo Roberto Ferro

Il Trofeo Roberto Ferro ha visto la partecipazione di oltre venti imbarcazioni e ha regalato una fantastica giornata di sole.

Dopo una breve attesa, il comitato di regata ha dato lo start alla flotta che ha dovuto percorrere in senso antiorario il canale della Perognola. Fin da subito grande sfida tra ‘Hector X’ e Fieramosca, i due IMX 40 che si sono contesi la vittoria finale.

A tagliare per primo il traguardo è stato Hector X di Bevilacqua Michele, davanti a Fieramosca di Marco Moro e Scacco Matto di Bellemo Michele.

Per quanto riguarda la classe Meteor: 1* classificato Gatto Nero timonato da Ferro Massimiliano, secondo Pilar timonato da Massimo Zerbinati, terzo posto per Wela di Alberto Tuchtan…a finire Orzo Way timonato da Rossi Michele.

Classifiche

47° Campionato Invernale d’altura: Pubblicato il bando ed aperte le iscrizioni

Con la pubblicazione del bando di regata si aprono le iscrizioni alla 47ª edizione del Campionato Invernale d’altura – Trofeo Roberto Doria, organizzato a Chioggia da Il Portodimare in collaborazione con Yacht Club Padova e Darsena Le Saline, con il supporto dei partner: Ingemar, Cantina San Giuseppe, Bottaro, Meteomed e la media partnership di Velaveneta.it

Riproposta, anche per questa edizione, la formula delle quattro giornate di regate tra il 04 ed il 19 novembre, più eventuali recuperi. La manifestazione, tra le più longeve dell’Adriatico, è aperta – oltre che alle imbarcazioni dotate di certificato ORC –  alla classe open e da quest’anno anche alla classe Meteor.

Le regate si terranno nei weekend del 04-05 e 18-19 novembre, con eventuale recupero già calendarizzato per domenica 12 novembre. Le iscrizioni all’evento dovranno pervenire presso la segreteria de Il Portodimare tramite email a ilportodimare.asd@gmail.com, entro giovedì 26 ottobre 2023.

Le imbarcazioni provenienti da altri porti e iscritte alla manifestazione, potranno usufruire dell’ormeggio gratuito presso Darsena Le Saline da sabato 28 ottobre fino al 26 novembre 2023.

Comunicato n1

Il Portodimare saluta il passaggio di Jancris a Chioggia

Darsena Le saline ha ospitato questa mattina l’evento di saluto al passaggio di Jancris, l’imbarcazione protagonista del lungo tour che durante tutta l’estate ha veleggiato lungo le coste della penisola, sostando in alcuni dei porti più belli della costa tirrenica ed adriatica, partendo a giugno da Lerici in Liguria, per arrivare a Termoli salutando il Mar Adriatico, in una sorta di passaggio di testimone tra i due mari, uniti dalla grande casa comune rappresentata del Mediterraneo.

Ad accogliere l’arrivo di Jancris in rappresentanza della Città di Chioggia il ViceSindaco Daniele Tiozzo Brasiola ed il Consigliere Delegato al Turismo Riccardo Griguolo, il consigliere regionale Marco Dolfin e per Italian Blue Route Pietrangelo Pettenò. Presente all’incontro anche una delegazione del PdM composta dal presidente Giuseppe Modugno, dal suo Vice Emilia Barbieri accompagnati da Gianfranco Frizzarin.

Il passaggio di Jancris ha salutato l’adesione del Comune di Chioggia a Italian Blue Route, l’itinerario culturale promotore di BlueTour insieme a Legga Navale e Associazione Velica Jancris, che ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio del mare attraverso l’innovazione tecnologica, per uno sviluppo sostenibile della blueconomy
BLUETOUR è partito da Lerici il 21 giugno 2023, ed ha fatto tappa a Riva di Traiano (costa laziale), Ostia (Roma), Acciaroli (Campania), Marina Carmelo e Villa San Giovanni (Calabria), Messina (Sicilia), Roccella Ionica (Calabria) Termoli, ed approda ora a Chioggia.

Ambasciatrice d’eccellenza, l’imbarcazione Jancris di Alfredo Giacon, già protagonista di molte missioni ambientaliste in tutto il mondo: dal Golfo del Messico in occasione della marea nera dovuta alla fuoriuscita del petrolio, al Polo Nord per monitorare il livello dei ghiacci a causa del surriscaldamento della crosta terrestre, fino alla traversata oceanica che l’ha riportata sulle coste del Mediterraneo per essere oggi protagonista di questa nuova avventura, in nome del nostro patrimonio più prezioso: l’Acqua.

Un lungo viaggio che è stata un’occasione per la promozione e la divulgazione del patrimonio culturale ed identitario che ci lega al mare, ma anche un’importante occasione per la sensibilizzazione verso la risorsa dell’acqua. Ad ogni tappa l’equipaggio, capitanato da Alfredo Giacon, ha incontrato rappresentanti Istituzionali e del territorio per condividere l’importanza di valorizzare il patrimonio culturale che rappresenta un filo conduttore attraverso il quale l’uomo ed il mare hanno costruito una cultura che affonda le sue radici nei secoli, ma che continua ed evolversi ogni giorno.

Un successo la ‘Marinaio a 4 zampe’

Si chiude con un grande successo l’edizione 2023 di ‘Marinaio a 4 zampe’, manifestazione organizzata da Il Portodimare con il supporto della Darsena Mosella dedicata alle imbarcazioni con quadrupede a bordo. L’intento degli organizzatori è quella di dedicare una due giorni agli animali, al loro benessere e al loro comfort a bordo.

Una fine settimana intenso che ha visto, nel pomeriggio di sabato, le banchine di Darsena Mosella ospitare la dimostrazione con conduttori e cani da salvataggio per una dimostrazione di obedience ed agility, ma anche dispensare consigli sulla gestione di educazione del cane. Particolarmente interessante anche la conferenza tenuta dai medici veterinari dott. Cattò Marco e dott.sa Nicoletta Siviero relativamente alla vita in barca dei pet. Presenti all’incontro anche Alfredo Giacon e Nicoletta Siviero, che hanno raccontato le ultime loro navigazioni insieme a Jancris.

Domenica spazio alla parte sportiva dell’evento con la disputa di una veleggiata alla quale ha preso parte una flotta composta da diciotto imbarcazioni, tutte rigorosamente con quadrupede a bordo – con percorso sarà un triangolo a vertici fissi con partenza nei pressi della Diga Sud di Chioggia. A vincere è stato ‘Capo Horn’ di Stefano Genova davanti a ‘Safran’ di Alberto Gandolfo e Francesca Macha e Fiordiluna di Albino Dupuis.

Le vittorie di classe sono andate ad ‘Aloha’ di Cosa Gabriele in classe A, Capo Horn di Stefano Genova in classe B, Fiordiluna di Dupuis Albino in classe C e ‘Safran’ di Alberto Gandolfo e Francesca Macha in classe D.

“È stata davvero una bellissima manifestazione” commenta il presidente de Il Portodimare Giuseppe Modugno, che prosegue “quella di quest’anno era la quarta edizione, se pensiamo che quando siamo partiti eravamo appena cinque barche ed oggi – a distanza di pochi anni – già in diciotto vuol dire che il format piace e questo ci fa molto piacere. Ringrazio Darsena Mosella che ci ho ospitato ed i soci de Il Portodimare tra i quali Stefano Genova che tanto si sono spesi per la buona riuscita dell’evento”.

La manifestazione si è conclusa nel tardo pomeriggio di domenica con le premiazioni presso la Darsena Mosella ed un arrivederci al 2024.

Aperte le iscrizioni alla “Io&Te, un uomo ed una donna in vela”

La segreteria dello Yacht Club Venezia ha pubblicato stamane nel proprio sito web il bando di regata della “Io&Te, un uomo ed una donna in vela”, aprendo così di fatto – a poco meno di un mese dall’evento – anche le adesioni alla manifestazione. L’evento, come da tradizione, si terrà il primo fine settimana di settembre  ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia sotto la direzione di Mirko Sguario, in collaborazione con il Diporto Velico Venezia e Il Portodimare. Ad offrire supporto logistico alla kermesse sarà il Marina Santelena, che sulle proprie banchine ospiterà le imbarcazioni e gli equipaggi provenienti da tutto l’Adriatico che prenderanno parte all’evento.

Il programma della manifestazione si aprirà con un momento conviviale in programma sabato 2 settembre. La partenza della regata, che si disputerà su di un percorso a quadrilatero nel tratto di mare antistante il Lido di Venezia, è invece in programma alle ore 13:00 di domenica 03 settembre. Alla gara potranno prendere parte tutte le imbarcazioni monoscafo in regola con le annotazioni di sicurezza per la navigazione, assicurazione secondo Normativa FIV con estensione alle regate. Così come riportato nel bando di regata non saranno ammesse vele non infierite come ad esempio gennaker, spinnaker o code 0. La quota di iscrizione comporende oltre all’ospitalità nel Marina Santelena per la notte di sabato 2 settembre, anche i gadget della regata e la cena degli equipaggi in programma il sabato sera. A rimarcare la forte attenzione verso la sostenibilità ambiente ogni euipaggio verrà omaggiato di un paio di magliette celebrative dell’evento,  realizzate da Energia Pura in materiale ecosostenibile con materiali ricavati dagli scarti in PET delle bottiglie di plastica.

Così come avvenuto negli ultimi anni, in occasione della ”Io&Te, un uomo ed una donna in vela” lo Yacht Club Venezia riproporrà la sua vicinanza alla fondazione Lene Thun, la ONLUS impegnata nella realizzazione di servizi permanenti di “terapia ricreativa” che opera in diversi contesti patologici e di disagio, soprattutto nell’ambito dell’età pediatrica e giovanile all’interno di ospedali.

Nel corso della cerimonia di premiazione, che si svolgerà presso il Marina Santelena al termine delle regate, verranno premiati i primi tre classificati di ogni classe. Anche quest’anno lo Yacht Club Venezia ha riproposto la collaborazione con il cantiere Beneteau, che – attraverso la propria concessionaria di zona Yachting Star – anche per l’edizione 2023 metterà in palio uno uno speciale trofeo riservato alle imbarcazioni prodotte del cantiere francese.

Clicca qui per visualizzare il bando di regata.

A Pax Tibi la Vª edizione del “Trofeo Uello – Serenissima Veleggiata”

Si è svolta sabato 10 e domenica 11 giugno la Vª edizione del “Trofeo Uello – Serenissima veleggiata”, evento ideato dall’associazione sportiva Il Portodimare insieme alla Fondazione Giovanni Celeghin ONLUS di Padova in collaborazione Vento di Venezia asd per ricordare Fabio “Uello” Cavallini, appassionato di vela scomparso nel 2018 a soli 44 anni a causa di un glioblastoma.

L’evento ha visto la partecipazione di quindici imbarcazioni che, puntuali alle 13:00 di sabato 10 giugno, spinte al gran lasco da un vento tra i 7 ed i 10 nodi, sono partite dal tratto di mare antistante Cà Roman e dopo aver passato il cancello posizionato all’altezza della bocca di porto di Malamocco hanno fatto rotta verso Venezia, dove la prima imbarcazione a tagliare il traguardo è stata l’Italia 12.98 Pax Tibi di Marco Moro . Seconda posizione per l’IMX 40 Fieramosca di Federico Moro mentre completa il podio overall Hadar di Zagolin Roberto.

Le vittorie di classe sono invece andate a Pax Tibi in classe “A”, Hadar in classe “B” e all’Ufo22 Safran di Alberto Gandolfo in classe “C”.

Una volta giunte a Venezia le imbarcazioni sono state ospitate presso gli ormeggi del Venezia Certosa Marina. Nel pomeriggio, durante l’apericena si è svolta una lotteria il ricavato è stato devoluto alla Fondazione Giovanni Celeghin Onlus, ente impegnato nell’aiutare la ricerca per far sì che i tumori cerebrali facciano meno paura.

Clicca qui per visualizzare le classifiche

È Engy il Campione Italiano Meteor 2023

È Engy il Campione Italiano Meteor 2023. L’equipaggio di Stefano Pistore, con Silvio Sambo al timone e Nicolò Cavallarin alle drizze, portacolori del Circolo Nautico Chioggia, si aggiudica  il titolo italiano nell’anno della sua cinquantesima edizione. Nonostante delle condizioni meteo davvero difficili, per quattro giorni la flotta di ben 57 imbarcazioni – tra le più numerose di tutte le edizioni – provenienti da ogni parte d’Italia ha dato spettacolo sul campo di regata posizionato antistante la spiaggia di Sottomarina.

La giornata conclusiva ha regalato altre due splendide prove che portano così a sei il computo in classifica generale e fanno entrare in gioco lo scarto del peggior parziale per ciascun equipaggio. Ad accompagnare stamane gli equipaggi sul campo di regata un borino da Nord Est compreso tra i 6 ed i 9 nodi.  Ad aggiudicarsi le due prove odierne sono stati Senza Intoppi di Piazza Andrea ed Engy, che proprio grazie alla vittoria odierna è riuscita a recuperare i cinque punti di svantaggio che aveva ieri nei confronti di Pekoranera.

Sul podio della cinquantesima edizione del Campionato Italiano Meteor sale quindi Engy, che replica così il successo ottenuto nel 2016 a Grignano, davanti a Pekoranera di Sampiero Davide che perde la leadership mantenuta per tutto il campionato proprio nelle ultime due prove e Gullisara del nove volte campione italiano Enrico Negri. La flotta di Chioggia festeggia non solo per la vittoria di Engy, ma anche per la conquista del Trofeo Locatelli.

“Avevamo promesso ieri che non avremmo mollato nulla, e così è stato” ha commentato l’armatore di Engy Stefano Pistore. “È stato davvero un campionato molto combattuto e vincere in casa regala certamente un emozione particolare. Siamo davvero molto felice perché così come avvenuto nel 2016 oltre a vincere il titolo individuale portiamo a casa anche la vittoria di flotta. Insomma, non c’era davvero modo per festeggiare e chiudere in bellezza questo campionato”.

“È stato davvero un bellissimo campionato nonostante il meteo. Fantastica la location ed il campo di regata, devo ammettere che tutti si sono divertiti e non c’era modo migliore per celebrare il cinquantesimo compleanno del nostro Campionato Italiano” ha dichiarato Michele Marin, neo Presidente di Assometeor eletto all’unanimità dall’Assemblea dei Soci svoltasi nei giorni del Campionato. Al lavoro di Marin e del Consiglio, quasi completamente invariato si uniscono, per il prossimo biennio, Patrizio Tancetti ed Ugo Palmieri. “Sono molto contento della fiducia che mi è stata accordata. Durante il primo mandato abbiamo lavorato tanto su diversi nodi importanti per la nostra Classe dalla programmazione alla promozione creando diversi momenti di incontro, appuntamenti nazionali, itineranti. Un lavoro che proprio in questa occasione conferma che siamo sulla strada giusta: tanta partecipazione, tanti giovani. Lavoreremo sulla linea tracciata con la Presidenza di Mario Forgione, con cui è stato un vero piacere lavorare.” ha concluso.

A fare gli onori di casa nel corso della cerimonia di premiazione è stato il presidente de Il Portodimare Giuseppe Modugno:“Non è stata di certo un’edizione semplice, ma chiudiamo questo campionato con ben sei prove disputate e questo non può che essere un successo. Vedere in regata tutte quelle barche è stata un’ emozione davvero incredibile che ci ripaga di tutti gli sforzi fatti da oltre un anno a questa parte.  L’elenco delle persone da dover ringraziare è davvero lungo” prosegue Modugno, “a cominciare da Regione e Comune di Chioggia, per proseguire con Darsena Mosella, Darsena Le Saline e Porto Turistico San Felice, tutti i circoli velici del territorio che ci hanno dato un aiuto importante per la gestione del campo di regata, tutti i nostri sponsor e partner. L’auspicio de Il Portodimare è quello che ogni singolo partecipante porti a casa un ricordo indelebile di questo importante evento”.

Entusiasmo al termine della manifestazione viene espresso dal vicesindaco ed assessore allo sport Daniele Tiozzo Brasiola:”Siamo orgogliosi di aver ospitato questo prestigioso campionato che ha proiettato la nostra città sul panorama nazionale anche per questo particolare settore. Spiace per le condizioni meteo avverse che hanno limitato lo spettacolo, ma avere centinaia  di persone in città che hanno potuto conoscere meglio Chioggia di certo per noi costituisce un punto di valore. Grazie a chi si è speso per l’organizzazione dell’evento, alle associazioni sportive e alle darsene Le Saline, Mosella e San Felice per il supporto tecnico”.

“Da amministratore comunale e regionale non posso che essere soddisfatto ed orgoglioso di aver ospitato a Chioggia un evento importante come quello del 50° Campionato Italiano Meteor che ha visto arrivare in città tanti concorrenti” ha affermato a margine della premiazione il consigliere Marco Dolfin. “Questa manifestazione ha indubbiamente portato ancora più valore non solo alla nostra realtà cittadina, ma anche nel contesto della provincia di Venezia e soprattutto della nostra Regione del Veneto. Eventi di questa portata non sono solo occasioni importanti per valorizzare lo sport della vela, ma anche per rendere funzionale un intero territorio e quello che è annesso e connesso come la gastronomia, la territorialità e le proprie peculiarità. L’augurio è quello che questa sia solo la prima di tante altre tappe che vedranno a Chioggia questo tipo di kermesse”.

La Presidente Elena Boscolo Nata del Consorzio di Promozione Turistica “Lidi di Chioggia”  a conclusione  del 50° Campionato Italiano Meteor si complimenta “con tutti gli equipaggi che, nonostante le condizioni meteo avverse, hanno saputo “domare” le onde ed il forte vento; hanno dimostrato di essere dei veri e propri professionisti. Ringraziamo gli organizzatori che hanno lavorato duramente nell’ultimo anno per portare questa manifestazione sportiva a Chioggia e che hanno promosso la nostra località a livello nazionale. Anche il turismo sportivo è da considerarsi un valore aggiunto per la promozione turistica del territorio”.

Il  Presidente Giuliano Boscolo Cegion dell’A.S.A. Associazione Federalberghi Sottomarina Lido, si è detto “entusiasta di aver collaborato con l’Associazione IL PORTODIMARE ASD di Padova all’evento del 50° Campionato Italiano Meteor appena concluso qui a Chioggia. Sappiamo bene che purtroppo il meteo non è stato clemente, ma nonostante ciò i  velisti hanno saputo destreggiarsi al meglio, quindi per noi hanno vinto tutti. E’ stato un evento nazionale che ha riunito velisti da tutta l’Italia e Chioggia – Sottomarina Lido – Isoalverde sono state le protagoniste. Infatti nei momenti di non regate i velisti e le loro famiglie hanno potuto conoscere e visitare la nostra località. Ringraziamo inoltre l’Amministrazione Comunale di Chioggia che ha supportato la manifestazione ed i Sindaci di Cavarzere e Cona che, riconoscendo l’importanza di questi eventi hanno voluto presenziare alla conferenza dell’Apertura di Cerimonia del Campionato”.

Clicca qui per visualizzare la classifica generale dopo 6 prove

Altre tre regate oggi a Chioggia per il 50° Campionato Italiano Meteor
, Pekoranera ancora leader

Dopo il nulla di fatto di ieri, bottino pieno oggi a Chioggia dove fino a domani si sta disputando la 50ª edizione del Campionato Italiano Meteor con la presenza di quasi 60 equipaggi giunti da tutta Italia.

Tre le prove disputate oggi che, sommate a quella disputata nella giornata inaugurale, iniziano a delineare la classifica generale, infiammando così la competizione e la rivalità tra gli equipaggi in gara lasciando comunque aperto ogni pronostico in virtù delle ultime prove previste per domani con l’eventuale utilizzo dello scarto. Dopo la pioggia dei giorni scorsi la giornata odierna ha regalato condizioni decisamente più consone all’Alto Adriatico con vento da Est tra gli 8 e i 10 nodi di intensità.

È ancora Pekoranera del ligure Sampiero Davide (1-4-4-3 pt.12) al vertice della classifica davanti ai padroni di casa di Engy di Stefano Pistore timonata da Silvio Sambo (2-5-2-10 pt.19) e Anemos di Gosmin Gabriele con Stahl Tom Rafael al timone (3-6-18-5 pt.32).

Da sottolineare anche le vittorie di giornata andate ad Ismo di Palmieri Ugo, Diavolo a 4 del segretario di classe Alessandro Ferrara e Wellyt di Benesso Marco timonata da Luca Marangon.

“Oggi è stata davvero una giornata combattutissima” afferma dalle banchine di Darsena Mosella l’armatore di Engy Stefano Pistore, che prosegue “complimenti a Pekoranera, veramente bravi e costanti nei risultati ottenuti. Fino ad adesso si meritano il primo posto,  ma posso assicurare che domani non molleremo un centimetro, anche se siamo consapevoli che sarà durissima mai arrendersi e mai mollare”.

“Finalmente dopo due giorni di condizioni davvero difficili oggi siamo riusciti a disputare tutte le prove previste, rendendo così valido il campionato e ci permettono di tirare un grosso sospiro di sollievo come organizzazione” ha affermato la vice presidente de Il Portodimare Emilia Barbieri.

In serata Mosella Suite Hotel ospiterà l’assemblea di classe, con gli armatori che saranno chiamati ad eleggere il nuovo consiglio direttivo che reggerà il timone di Assometeor per i prossimi due anni.

Il 50° Campionato Italiano Meteor è organizzato da Il Portodimare ASD su delega della Federazione Italiana Vela, con la collaborazione di Assometeor, Yacht Club Padova, Circolo Nautico Chioggia e del Consorzio Lidi di Chioggia. Levento gode del patrocinio della Regione del Veneto, del Comune di Chioggia e del Comune di Padova ed il supporto di Darsena Mosella”, Darsena Le Saline” e del Porto Turistico San Felice. Partner della manifestazione sono: Despar, Bata, Ingemar, Bottaro ,lAssocizione Albergatori Chioggia, ASCOT, Chioggia Ortomercato del Veneto, Cantina San Giuseppe, Banca Patavina, VelaVeneta.

Clicca qui per visualizzare la classifica generale

Iniziato il 50° Campionato Italiano Meteor 
: Day 1 Pekoranera è il primo leader

 L’alzabandiera effettuato dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia alla presenza del sindaco di Chioggia Mauro Armelao, del sindaco di Cavarzere Pierfrancesco Munari e di quello di Cona Alessandro Aggio, oltre al vicesindaco ed Assessore allo sport Daniele Tiozzo Brasiola, al consigliere regionale Marco Dolfin e ai numerosi partner ha aperto ufficialmente questa mattina la 50ª edizione del Campionato Italiano Meteor organizzato da Il Portodimare a Chioggia che vede la partecipazione di ben 57 equipaggi provenienti da tutta Italia. 

Condizioni meteo marine davvero toste per la giornata inaugurale, che ha visto la disputa di una sola prova sotto una pioggia battente, vento da Nord Est tra i 18 ed i 20 nodi e ben due metri d’onda che hanno messo a dura prova gli equipaggi. A tagliare per primo la linea del traguardo è stata Pekoranera, l’imbarcazione del ligure Sampiero Davide che ha saputo sfruttare al meglio le incertezze di chi la precedeva, come ha spiegato lo stesso armatore in banchina:”Chi ci precedeva ha commesso alcuni errori nell’ultimo lato e noi siamo riusciti ad approfittarne, abbiamo avuto certamente fortuna ma ogni tanto serve anche quella”. A completare il podio della prima prova sono due equipaggi della flotta locale: Engy di Stefano Pistore con Silvio Sambo al timone e Anemos di Gabriele Gosmin timonata da Stahl Tom Rafael.  

“Vedere così tante barche in regata è stato davvero uno spettacolo unico. Le condizioni non erano affatto semplici ma la flotta ha dato dimostrazione di grandi doti marinaresche”  ha commentato il presidente dell’associazione di classe Mario Forgione. Proprio Assometeor nella serata di venerdì vedrà l’elezione delle nuove cariche sociali dalla quale uscirà il direttivo che reggerà il timone dell’associazione per il prossimo biennio. 

“Riuscire a realizzare una prova oggi con le condizioni che abbiamo trovato in mare è stata davvero dura” ha commentato il presidente de Il Portodimare Giuseppe Modugno, complimentandosi con tutti gli equipaggi ed il comitato di regata. Per la giornata di domani il comitato di regata ha posticipato il segnale di avviso alle ore 14:55.

Clicca qui per visualizzare la classifica

Presentata la 50ª edizione del Campionato Italiano Meteor

Saranno oltre una cinquantina gli equipaggi – provenienti da ogni parte d’Italia – che dall’8 al 13 maggio a Chioggia si contenderanno il titolo di Campione Italiano della classe Meteor per il 2023. Ad organizzare l’evento – che quest’anno festeggerà la sua cinquantesima edizione – su delega della Federazione Italiana Vela, sarà Il Portodimare, l’associazione sportiva padovana presieduta da Giuseppe Modugno che da sempre ha in quello di Chioggia il suo campo di regata.

L’evento è stato presentato ufficialmente questa mattina con una conferenza stampa particolarmente partecipata che si è svolta presso la sala consiliare del Comune di Chioggia alla presenza del sindaco di Chioggia Mauro Armelao, del vicesindaco ed assessore allo sport Daniele Tiozzo, del consigliere delegato al marketing Riccardo Griguolo e del consigliere regionale Marco Dolfin. A rappresentare la Federazione Italiana Vela era presente il vice presidente della XII Zona Claudio Ballestriero.

A fare gli onori di casa il presidente de Il Portodimare Giuseppe Modugno e il vice presidente Emilia Barbieri che hanno voluto sottolineare l’importante sforzo messo in atto dal sodalizio velico per l’organizzazione di un evento di tale caratura. Una candidatura, quella di Chioggia, avanzata già nel corso del 2021 grazie alla lungimiranza della capoflotta Mariagrazia Stimamiglio, supportata da Stefano Pistore, che ha creduto nelle potenzialità che la città è in grado di esprimere dal punto di vista sportivo e logistico. Proprio l’imponente logistica che si è resa necessaria per accogliere al meglio le oltre cinquanta imbarcazioni ha richiesto il coinvolgimento di tutte le tre darsene presenti nel territorio: collaborano infatti all’evento darsena Le Saline, Porto Turistico San Felice e darsena Mosella, con quest’ultima che sarà la sede principale dell’evento. Continue reading